Enjoy Rome
ITALIANO  ITALIANO
ITALIANO  ITALIANO
Trova il tuo tour
Data del Tour
Lingua Parlata
Luoghi
Difficoltà
Prezzo
Orario
Opzioni
Promo
Prenota
Resetta Parametri Ricerca
Trova il tuo tour
SPECIAL

22 %

PRICE
Evita la coda - Tour Esse
Da
€ 60,00
€ 46,90
Per persona
Musei Vaticani, Cappella Sistina, Basilica di San Pietro
3 ore
flag cn
flag eng
flag esp
flag fra
flag ger
flag ita
flag ol
flag por
flag sv
90 RECENSIONI
La città del Vaticano è sicuramente il luogo più amato e visitato della città, meta imperdibile per i visitatori di tutto il mondo. Il nostro tour nella Città del Vaticano include: Musei Vaticani, Cappella Sistina e Basilica di San Pietro. Un accesso privilegiato vi permette di saltare la fila, risparmiando tempo e offrendovi una visita più lunga all’interno delle sue stanze.
SPECIAL

17 %

PRICE
Roma di notte: tour a pie
Da
€ 60,00
€ 50,00
Per persona
Musei Vaticani, Cappella Sistina
3 ore
flag eng
flag esp
flag fra
flag ger
1 RECENSIONI
Uno degli itinerari più amati di Roma, questo tour del Vaticano comprende i Musei Vaticani e la Cappella Sistina. Tutte le imperdibili destinazioni della Città del Vaticano - ora splendidamente illuminate e senza folla.
SPECIAL

25 %

PRICE
Tour privato per persone
Da
€ 400,00
€ 300,00
Per persona
Pinacoteca Vaticana, Museo Chiaramonti, Galleria delle Mappe, Stanze di Raffaello, Cappella Sistina
3 ore
flag eng
flag ml
Questo favoloso tour è dedicato appositamente a persone su sedia a rotelle. La nostra guida vi porterà attraverso le parti più importanti dei Musei Vaticani - la Pinacoteca, il Museo Chiaramonti e la Cappella Sistina. Questo tour privato è un'esperienza veramente unica, che vi permette di esplorare queste meraviglie artistiche con un piccolo gruppo. E puoi saltare la fila regalandoti più tempo per godere della tua visita in Vaticano.

Enjoy Rome - Guida della Città

Roma Cristiana: Città del Vaticano
Nota: il seguente testo è stato originariamente scritto in inglese, in altre lingue è una traduzione automatica

Il 3 ° secolo è conosciuto come il "secolo travagliato" nella storia romana; vide un costante declino del potere imperiale e la minaccia dei cosiddetti "barbari", le tribù non romane ai confini dell'Impero. Questa minaccia divenne tale che nel 271AD iniziarono i lavori sotto l'imperatore Aureliano sulla costruzione di mura intorno alla città. Per la prima volta in 500 anni la città aveva bisogno di fortificazioni, e la costruzione frettolosa delle Mura Aureliane nei quattro anni successivi era un segno che le cose stavano prendendo una svolta definitiva in peggio. Meno di cinquanta anni dopo l'inizio delle mura, si verificò un altro grande evento; nell'anno 313 l'imperatore Costantino fece del cristianesimo una delle legittime religioni di stato. Indipendentemente dal fatto che l'abbia fatto dopo la conversione è incerto; indubbiamente cercò di placare la parte ormai impregnata dell'Impero che seguì una religione illegale che rifiutò di riconoscere il ruolo divino dell'Imperatore. Tale era stata la diffusione del cristianesimo che persino la madre dell'imperatore, Sant'Elena, era una convertita e il suo ruolo nella sua depenalizzazione era indubbiamente significativo.

Una volta legittimato il cristianesimo, Costantino iniziò a costruire luoghi di culto per i cristiani. La prima chiesa che costruì fu dedicata al Salvatore, successivamente ridedicata ai santi Giovanni Battista ed Evangelista e fu costruita su un terreno appena all'interno delle mura cittadine su un terreno appartenuto alla famiglia Lateranense. Come prima chiesa ufficiale costruita nella città, San Giovanni in Laterano conserva ancora oggi il trono del vescovo di Roma (uno dei tanti titoli del Papa), e detiene il titolo di Madre Chiesa di Tutto il mondo cattolico. Circa dieci anni dopo che la Basilica Lateranense era stata costruita, i lavori iniziarono su un altro. Costruita sopra la tomba di San Pietro, principe degli Apostoli, la Basilica di San Pietro in Vaticano fu consacrata nel 326 d. Il regno di Costantino è un momento fondamentale nella cristianizzazione della città.
Città del Vaticano
Una città all'interno di una città e un paese all'interno di un paese, lo stato sovrano più piccolo del mondo ospita la chiesa più grande del mondo e uno dei suoi più grandi musei. Goditi il ​​tour a piedi di 3 ore della Città del Vaticano di Roma per ammirare i Musei, tra cui il cortile ottagonale, la Galleria delle mappe, la Cappella Sistina e la Basilica di San Pietro.

Basilica di San Pietro (aperto tutti i giorni dalle 7 alle 18, da maggio a settembre, dalle 7 alle 19, da ottobre ad aprile gratuito)

Costruita sopra la tomba di San Pietro da Costantino all'inizio del IV secolo, la basilica rimase per quasi 1200 anni, ma dopo il millennio di violenze confuse che caratterizzarono il Medioevo, secoli che videro l'assenza di manutenzione, saccheggi da parte di vari invasori e cedimenti della vasta struttura che vide alcune delle pareti a 6 metri di distanza dalla perpendicolare alla fine del 1400. I piani per ripristinare la basilica iniziarono sotto Nicola V verso la metà del XV secolo, ma la decisione drammatica di demolire la basilica in modo assoluto e sostituirla con una nuova fu presa dopo l'elezione del temibile e dinamico papa Giulio II nel 1503. Il progetto che seguì 120 anni, costò più denaro di quanto chiunque avesse mai immaginato e fu indirettamente uno dei catalizzatori che scatenarono la Riforma protestante.

Nella prima cappella sul lato destro, mentre entri, c'è la Pietà. Scolpito da Michelangelo da un unico blocco di marmo, era destinato a decorare la tomba del cardinale Jean de Bilhéres. Il pezzo, completato quando Michelangelo aveva solo 24 anni, segna l'inizio della sua carriera come grande scultore.

Sotto l'ampia cupola della chiesa si trova l'Altare Maggiore, che è dove il Papa tiene la messa. L'altare maggiore si erge al di sopra del luogo in cui credeva la tomba di Pietro, e al di sopra dell'altare lo spettacolare Baldacchino è opera del genio barocco mai sottovalutato, Gian Lorenzo Bernini. Sempre del Bernini è la Gloria di San Pietro, la massa di legno dorato e stucchi che esplode intorno alla finestra ovale che porta la colomba, rappresentazione dello Spirito Santo. Sotto è il trono simbolico dei Papi, fuso in bronzo per racchiudere un trono di legno noto come il trono di San Pietro.

Quando Bernini morì all'età di 82 anni stava lavorando alla tomba di Alessandro VII, appena oltre il transetto sinistro. Completato dalla bottega del Bernini, è una soluzione favolosamente teatrale al punto problematico di un corridoio di servizio. Bernini rivestì la porta di marmo nero, da cui emerge uno scheletro dorato. Rappresentando la Morte, lo scheletro stringe una clessidra, un ricordo del costante scorrere del tempo, ed è avvolto da un mantello di marmo siciliano scolpito sopra il quale inginocchia la figura di Alessandro VII, trionfante nella preghiera e vittorioso sulla morte.

Altre cose da visitare intorno alla Basilica.

All'interno della basilica, dal transetto sinistro, si trova l'ingresso al Museo del Tesoro (dalle 9 alle 17.15 tutti i giorni, € 6) che contiene molte croci e calici luccicanti, così come la favolosa tomba in bronzo di Papa Sisto IV, l'uomo che costruito la Cappella Sistina.

A destra del cancello nella basilica stessa una porta più piccola porta ad un negozio di souvenir (il luogo per i rosari più autentici del Vaticano), l'ingresso alla cripta della chiesa (sito delle tombe di molti papi, tra cui Giovanni Paolo II ), e se desideri salire in cima alla cupola segui i cartelli che indicano "Cupola" (dalle 8:00 alle 17:00 ogni giorno, € 7 con l'ascensore a metà, € 5 senza).

Oltrepassate la Guardia Svizzera (esercito del Vaticano) con i loro pantaloni a righe nella parte inferiore dei gradini sulla destra mentre lasciate la Basilica è l'ingresso dell'Ufficio Scavi (Ufficio Scavi). Qui le visite altamente raccomandate organizzate dal Vaticano portano giù nella Necropoli sotto la Basilica, nella zona in cui si ritiene che San Pietro sia stato sepolto. I numeri sono limitati e le prenotazioni devono essere fatte con largo anticipo tramite scavi@fsp.va. Se non hai prenotazioni e ti trovi in ​​città, non preoccuparti di inviare un'email, non riceverai mai una risposta in tempo. Tuttavia a volte vale la pena di andare all'ufficio degli scavi per caso; persistenza e flessibilità possono talvolta ripagare.

Se volete partecipare alla Messa in San Pietro, i servizi giornalieri si svolgono alle 12, di solito nel transetto sinistro, e alle 16.45, di solito all'altare alla fine del coro, sotto la Gloria di San Pietro. Le messe papali richiedono biglietti (gratuiti), che insieme ai biglietti per l'udienza generale papale, ogni mercoledì alle 10.30, possono essere ottenuti attraverso la Prefettura della Casa Pontificia. L'ufficio è aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13.30, le prenotazioni per i biglietti possono essere effettuate chiamando il numero (+39) 06 69883114 o inviando un fax al numero (+39) 06 69885863.
Piazza San Pietro
Una volta completato il lunghissimo progetto di costruzione della Basilica, l'attenzione è stata rivolta alla piazza antistante. Fu la sempre prolifica protagonista dell'arte romana del XVII secolo, Gian Lorenzo Bernini, che fu introdotto per creare lo spettacolare spazio che accoglierebbe i pellegrini nella nuova Basilica. I suoi colonnati che formano le braccia avvolgenti della Chiesa hanno al centro l'obelisco egiziano che un tempo sorgeva nel vicino Circo dell'Imperatore Nerone e che si ritiene abbia assistito alla crocifissione di San Pietro.

I Musei Vaticani, viale Vaticano. (Lun-Sab 8:45 am-6pm, ultimo ingresso 4.20pm, € 15 intero, € 8 in concessione (escluso il costo di prenotazione "salta la fila"))

Uno dei musei più grandi e visitati al mondo, i Musei Vaticani sono un mosaico di aree esistenti dei palazzi papali (come la Galleria delle mappe e le Stanze di Raffaello - una volta gli appartamenti di Giulio II), e le aree -costruito come spazi museali dal tardo XVIII secolo in poi. Ospita la più grande collezione archeologica del mondo, tra cui la spettacolare scultura ellenistica del Laocoonte nel cortile ottagonale. Tuttavia, senza dubbio la maggior parte dei 4 milioni di persone che invadono le porte ogni anno sono qui per vedere la Cappella Sistina. Ancora oggi cappella privata del Papa e Collegio cardinalizio, sede delle elezioni dei Papi, la Cappella Sistina conserva dipinti dei grandi maestri fiorentini e umbri del tardo XV secolo; Botticelli, Perugino, Ghirlandaio e compagnia. Il più celebrato, tuttavia, è il vasto soffitto dipinto da Michelangelo. Un ingegnoso quadro architettonico illusionistico è stato dipinto per ospitare scene del Libro della Genesi, dei profeti e degli antenati di Cristo. Ognuno fa la sua parte in un tema elaborato che parla di redenzione e salvezza, e che è stato per impostare il modello per la pittura del soffitto per diversi secoli.
find cookiefind cookie