Enjoy Rome
ITALIANO  ITALIANO
ITALIANO  ITALIANO
Trova il tuo tour
Data del Tour
Lingua Parlata
Luoghi
Difficoltà
Prezzo
Orario
Opzioni
Promo
Prenota
Resetta Parametri Ricerca
Trova il tuo tour

Enjoy Rome Guida della città – Musei e Ville

Nota: il seguente testo è stato originariamente scritto in inglese, in altre lingue è una traduzione automatica
Some fabulous museums
Castel Sant'Angelo , Lungotevere Castello (mar-dom 9-19, € 5 / € 2,50, un po 'di più quando una mostra è in mostra). Costruito dall'imperatore Adriano all'inizio del 2 ° secolo come suo mausoleo, la vasta massa circolare era un tempo rivestita di travertino e marmo, e piantata in cima agli alberi seguendo la tradizione etrusca. Dopo il crollo dell'Impero Romano, l'edificio fu spogliato delle sue decorazioni, ma salvato da ulteriori rovine quando fu convertito nel 6 ° secolo in un castello. Prende il nome dalla visione vista da Papa Gregorio Magno dell'Arcangelo Michele, mettendo da parte la sua spada, interpretata come la fine della piaga che investe la città. Una passerella collega ancora il castello con il Vaticano e nel 1527, quando Roma fu saccheggiata dalle truppe di Carlo di Spagna, papa Clemente VII fuggì dall'invasione per nascondersi nel castello, visitare il suo minuscolo bagno (affrescato dall'abate di Raffaello Giulio Romano). Il castello offre un favoloso mix di Roma imperiale, medievale e rinascimentale, senza dimenticare una vista eccellente e un caffè sui bastioni.

Galleria Borghese , Piazzale del Museo Borghese (martedì Domenica 9-19, € 8,50 / € 5,25, ingresso ogni due ore solo con biglietti pre-prenotati, per prenotazioni su www.galleriaborghese.it / 06 32810). L'elezione di Camillo Borghese a papa Paolo V nel 1605 vide un drammatico aumento delle fortune già importanti della famiglia. Il nipote di Paolo V, il cardinale Scipione Borghese - un bon viveur con un buon occhio per un affare - si mise a costruire una casa di piacere nei giardini di periferia della famiglia (ora il parco pubblico di Villa Borghese). Il suo doveva essere un "museo dell'universo", pieno di antichità, scultura e pittura contemporanea di maestri come Caravaggio e Bernini, oltre a fossili e altre curiosità naturali. Intorno alla costruzione di giardini con erbe rare, l'orangerie e persino una voliera completavano il quadro. Il piano terra ospita la collezione di sculture, tra cui sei opere principali di Gian Lorenzo Bernini, all'interno di sale splendidamente decorate, ristrutturate nel XVIII secolo, e una sala con i sei dipinti di Caravaggio nella collezione. Al piano superiore si trova la pinacoteca, altre opere del Bernini sono accompagnate da opere di Raffaello, Tiziano, Rubens e Correggio tra molte altre.

Ara Pacis , tra il Lungotevere di Augusta e Piazza Augusto Imperatore. (Da martedì 9 alle 19, € 6,50 / € 4,50). Inaugurato nel 9 a.C., l'altare della pace di Augusto celebrava la fine della guerra civile e della lotta che il primo imperatore portò a Roma. Originariamente situato appena al di fuori di via del Corso (poi della via Flaminia), l'Ara Pacis fu trasferito nella sua posizione attuale dal Mausoleo di Augusto come parte delle bombolose celebrazioni di Mussolini del 2000 ° anniversario della nascita di Augusto. Il leaky padiglione lanciato in fretta da Mussolini è stato sostituito nel 2006 dal vetro scintillante e dalla cassa in travertino disegnata da Richard Meier con dispiacere di molti, anche se ci piace.

Villa Giulia , Piazzale di Villa Giulia. (4 € / 2 € Aperto martedì-domenica 8.30-19.30). Il Museo Nazionale Etrusco è ospitato nella splendida villa cinquecentesca di Papa Giulio III. Progettato in parte da Michelangelo, merita una visita a sé stante. I misteriosi Etruschi erano un popolo che dominò i territori a nord del Tevere per diversi secoli, con grande successo nel VI secolo a.C. quando gli ultimi tre re di Roma erano etruschi. Parlavano una lingua scritta con lettere simili al greco, ma apparentemente estranee a qualsiasi lingua indoeuropea. La "Rosetta Stone" etrusca, la Lamine di Pyrgi, sono tre fogli d'oro su cui sono incise iscrizioni sia etrusche che fenicie. Un altro pezzo importante della collezione è il favoloso Apollo di Veio, una statua in terracotta dipinta a grandezza naturale del dio risalente al 500 aC circa

Palazzo Doria-Pamphilj , Via del Corso, 305. (€ 9,50, € 7 conc. Chiuso giovedì). Alla fine di Corso Venezia, il Palazzo Doria-Pamphilj è una delle più importanti collezioni d'arte di Roma ancora oggi di proprietà privata. Dà uno sguardo meraviglioso ai capricci di collezionismo di una grande famiglia papale nei secoli XVII, XVIII e XIX, e la tua quota d'ingresso include un'affascinante audioguida in inglese narrata da Jonathon Doria Pamphilj, l'attuale capo famiglia. Quando Giovanni Battista Pamphilj fu eletto papa Innocenzo X nel 1644, le fortune familiari presero una svolta definitiva per il meglio. Alcuni matrimoni strategici e un po 'di accorto collezionismo più tardi, e il Pamphilj aveva costruito una collezione d'arte che comprende opere di Raffaello, Tiziano, Caravaggio, Velazquez e Bernini, tra gli altri. Un trust formato nel 17 ° secolo dagli eredi legalmente vincolati per mantenere intatta la collezione, ei capolavori e le opere minori sono ancora più favolosi per la loro ambientazione in questa bella macchina del tempo (e poco visitata).

Palazzo Barberini , Via Barberini (Metro: Barberini, 8.30-19.30 martedì-domenica, € 5, € 2.50 concessioni). Costruito da Papa Urbano VIII della famiglia Barberini, questo palazzo ha visto l'opera di alcuni dei più grandi nomi del XVII secolo, architetti inclusi Gian Lorenzo Bernini e Francesco Borromini mentre la sala principale ha un affresco del soffitto mozzafiato di Pietro da Cortona. La collezione comprende la Fornarina di Raffaello, che si dice sia un ritratto della sua promessa sposa, un ritratto di Holbein di Enrico VIII, e il cretino di Caravaggio, Giuditta e Oloferne, e molto altro nelle sue stanze recentemente restaurate.

Galleria Nazionale di Arte Moderna , Viale delle Belle Arti 131 (Villa Borghese, 8.30-19.30 martedì-domenica, € 10 / € 8). Dall'altra parte di Villa Borghese dalla Galleria Borghese, questo vasto edificio neoclassico bianco è stato costruito per un'esposizione internazionale del 1911. Contiene pezzi del XIX e XX secolo, tra cui una vasta e spettacolare scultura di Ercole di Canova, e opere di Modigliani, Cezanne, Duchamp, Braque, De Chirico e Klimt.

MACRO (Museo di Arte Contemporanea di Roma) , (9-19 da martedì a domenica 4,50 € / 3 € .Ticket consente l'accesso sia a MACRO che a MACRO Future) via Reggio Emilia, 54 (vicino a Porta Pia). Aperto alla fine degli anni '90 in un birrificio convertito appena fuori le antiche mura della città, il MACRO è stato recentemente ampliato e offre uno spazio per mostre temporanee di artisti contemporanei, grandi nomi e giovani talenti locali. MACRO Future nell'ex Mattatoio di Testaccio (Piazza Giustiniani, 4 pm-midnight Tues-Sun).

MAXXI (Museo dell'arte del XXI secolo) , via Guido Reni, 10 Al momento della stesura di questo libro, l'edificio del MAXXI (opera dell'architetto superstar anglo-iracheno Zaha Hadid) era finito, con l'inaugurazione della galleria prevista per maggio 2010.
Rus in Urbe
Quando il traffico e le folle diventano troppo, ecco i nostri punti verdi preferiti in città:

Villa Borghese - Occupando la collina del Pincio, da fuori la Porta del Popolo lungo la cima della scalinata spagnola, il ritiro sub-urbano del XVII secolo della famiglia Borghese fu sempre inteso come uno spazio aperto al pubblico. Divenne proprietà della città all'inizio del XX secolo. A due passi dal cuore pulsante della città, è un luogo popolare per una passeggiata, un picnic, un giro in bicicletta o una gita sul lago in barca.

Villa Doria Pamphilj - Risalire il Gianicolo da Trastevere, superare il Fontanone del 17 ° secolo ("grande fontana", da non perdere), e superare Porta San Pancrazio fino all'ingresso della vasta Villa Doria Pamphilj. Un tempo proprietà della famiglia aristocratica Doria Pamphilj, oggi è uno degli spazi aperti più amati della città.

Villa Celimontana - Sulla collina dei Celio, in passato proprietà del La famiglia Mattei, con le sue antiche palme, è un posto delizioso per una passeggiata quando la folla intorno al vicino Colosseo diventa troppo. Nelle serate estive il parco ospita il Roma Jazz Festival.

Orto Botanico - L'affascinante Orto Botanico di Trastevere occupa parte di quello che un tempo era il giardino del Palazzo Corsini, per un periodo dimora della regina Cristina di Svezia. Aperto ufficialmente nel 1833, questo era stato il sito della coltivazione di erbe medicinali fin dal XIII secolo.

Parco della Caffarella - Prendi la metro per Colli Albani e passa per il famoso Napoleone "Pasticceria" in Via Menghini per entrare in questa oasi rurale, strettamente connessa con alcune delle leggende più arcaiche associate alla città.
find cookiefind cookie